Discord e l’ascesa su Teamspeak

pubblicato in: Community e Multigaming, Gaming | 0

Con il mondo del pc gaming sempre più in crescita, molti hanno tentato di adempiere all’arduo compito di fornire una chat distaccata da quella già presente nella stragrande maggioranza di titoli multiplayer. In tanti ci hanno tentato, e in tanti hanno fallito, facendo uscire dei software già vecchi al momento dell’uscita o, semplicemente, troppo complicati per essere usati dal giocatore medio o, peggio ancora, mal ottimizzati e con un peso non indifferente sulla memoria durante le sessioni di gioco.

Alcuni esempi come Ventrilo, Skype, Mumble, sono tutt’ora utilizzati da uno sparuto gruppo di videogiocatori, coloro che ormai sono affezionati al loro software e difficilmente lo abbandoneranno. Altri come Zellowork, sono ormai un ricordo remoto, così remoto che moltissimi videogiocatori non ricordano, se non il nome, le funzioni principali. In questo grande ingarbugliamento di software, 2, in particolare spiccano: Teamspeak e Discord.

TeamSpeakTeamSpeak

Partendo per anzianità Teamspeak nacque nel “lontano” 2002; con un idea molto semplice, quella di connettere più giocatori nello stesso canale virtuale per poter conversare liberamente e senza nessun disturbo. Per fare una metafora, è come un grande palazzo con diversi appartamenti, “abitati” dai diversi utenti; alcuni di essi sono ad ingresso libero, mentre per altri serve una chiave. Proseguendo nel corso degli anni, Teamspeak migliorò molto, passando da una versione instabile e che presentava del materiale grezzo da lavorare; a una versione molto più stabile, con moltissime funzioni innovative, come la possibilità di registrare le conversazioni o di creare un account per avere sempre a disposizione i server.

Ad oggi siamo giunti alla terza versione; presenta un layout minimale, senza troppe pretese e che è ormai riconosciuto dalla maggior parte dei pc gamers, difficilmente troverete qualcuno che non lo abbia usato. Questo perché con il suo layout semplice e con comandi facilmente comprensibili da tutti, ha conquistato i cuori di migliaia e migliaia gamers.

Una nota dolente inerente a Teamspeak è sul lato mobile. La versione mobile di Teamspeak è innanzitutto a pagamento; ottimizzata male e, nel complesso, difficile da usare.

Discord

discord

Ma non è tutto oro quel che luccica, infatti, Teamspeak, sta lentamente cedendo il trono a Discord. La domanda sorge spontanea; ma perché un software come Teamspeak, che può contare una solida utenza, dei comandi semplici da utilizzare (ho detto utilizzare, non da creare) e la possibilità di avere migliaia di server in tutto il mondo, dove incontrare altri gamers, sia in “crisi”? Perché Discord ha presentato una formula ancora più semplice ed immediata rispetto a Teamspeak.

Partendo dalla possibilità di avere chat private con i propri amici, con la possibilità di “chiamarli” ogni qual volta vogliate oltre che a poter condividere il proprio schermo o visionare il loro. Discord offre la possibilità di avere, in forma totalmente gratuita, un server privato, dove poter organizzare il tutto (creazione stanze, settaggio permessi e così via) seguendo le guide che lo stesso Discord vi fornisce.

Ma non è finita qui; perché potreste dire: ” Ma su Teamspeak questo era possibile già da diverso tempo.”; l’innovazione è quella di integrare nei vari server, stanze vocali e stanze testuali, con la possibilità di poter condividere files di testo e files multimediali. Tutto questo in modo totalmente gratuito ma, a scopo puramente illustrativo, vi dirò che esiste una versione a pagamento ma non è obbligatorio possederla.

Una nota positiva inerente a Discord è sul lato mobile. La versione mobile di Discord è totalmente gratuita, di facile comprensione e con una chat ottima, che consuma poca banda.

C’è da dire che, stando al nostro sondaggio, i gamers più “grandi” utilizzano Discord rispetto a Teamspeak (anche se la percentuale non è altissima).

Considerazioni

Vi ho illustrato in breve una visione generale dei due software più utilizzati dai pc gamers; volendo dare un’opinione prettamente personale di chi scrive, preferisco Teamspeak  rispetto a Discord. Questo perché reputo Teamspeak molto più immediato e senza nessun tipo di disturbi esterni (le migliaia di messaggi che vengono mandati nei vari canali testuali dei server); inoltre, per me, la qualità audio è un pelino migliore su Teamspeak.

Infine, l’audio di Discord (inteso quello che avvisa quando un giocatore è entrato nel tuo canale oppure ti ha inviato un messaggio privato) è molto più basso rispetto a Teamspeak, evitandoti di capire quando qualcuno è entrato nel canale. C’è da precisare che Discord è “in vita” da meno tempo rispetto a Teamspeak ed è in continuo aggiornamento, cosa che va a discapito di Teamspeak a causa degli aggiornamenti non sempre presenti o che non rilasciano nulla che modifichi realmente l’esperienza d’uso (alcuni lo percepiscono come un bene, altri come un male).

A voi le considerazioni finali, anzi, vi invito a commentare sui nostri Social, quale software preferiate e perché.

Segui Enzo:

Ho la passione per il mondo videoludico da quando ero un bambino che osservava suo Zio giocare. Crescendo la passione è rimasta e non è mai stata soppiantata. Avendo scritto diversi articoli e recensioni (oltre che a guide) inerenti a diversi titoli in voga su Pc negli ultimi anni, grazie ai ragazzi di Redwolves mi è possibile condividere questi contenuti con voi. Inoltre mi diletto nella gestione di diversi settori del gaming , nello specifico quelli competitivi, dando una mano ai ragazzi di Utopia.

Ultimi post da

Lascia una risposta