Gamer Girls e Gamers italiani

pubblicato in: Gaming | 0

RedWolves.it ha svolto, nell’arco dell’ultimo mese, un sondaggio che mira a comprendere le tendenze nel settore videoludico italiano intervistando più gamer possibili. Per la divulgazione del sondaggio è stato usato il social Facebook.

 

Il Gamer medio

categoria gamer

Inutile dirlo: una buona maggioranza è senza dubbio composta da giocatori “for fun“, non giocano per competere ma solo per divertirsi e passare del tempo serenamente. Tuttavia il desiderio di poter guadagnare e fare del gioco il proprio mestiere resta indissolubile anche se l’opzione di investire denaro per tale carriera risulta un po’ demotivante.

Sei giocatori su dieci preferiscono l’uso del computer e giocare da pc, il restante gioca su console, principalmente su PlayStation che risulta nettamente favorita all’xBox.
I giochi maggiormente giocati restano comunque League of Legends, Rainbow 6 Siege, Call of Duty e Overwatch. Non mancano comunque titoli come FIFA e GTA.

Seguire uno streaming su Twitch è pratica comune. Una notevole maggioranza di giocatori apprezza e segue attivamente questo genere di intrattenimento, che risulta di prima scelta per seguire eventuali tornei o eventi inerenti ai giochi di punta.
Youtube resta comunque un sito principe per i giocatori, che lo usano principalmente per vedere video di videogiochi e attività inerenti.
Dato curioso quello riguardante la televisione: un 30% dei giocatori preferirebbe seguire un torneo di gioco comodamente sul divano davanti alla televisione.

Un dato che può deludere è quello riguardante le comunità. Per quanto quasi la totalità dei videogiocatori conosce le realtà presenti nel gaming, come multigaming e community varie, per qualche strano motivo soltanto il ~30% ne fa parte attivamente.

E’ ormai un pensiero comune quello che vede la reputazione del gaming italiano abbassato a causa di personalità e utenti poco sobri, che limitano la possibilità di un (tanto sperato) futuro florido anche professionalmente (dunque finanziariamente) parlando.

 

La Gamer Girl

gamer girl

Nel mondo del gaming, si sa, le ragazze purtroppo son poche. Un decimo per la precisione. Molte giocano principalmente a titoli come Overwatch e League of Legends ma non mancano anche giocatrici di Call of Duty.

L’età media delle ragazze è leggermente superiore a quello maschile: per quanto quello maschile di aggira sui 20 anni, quello femminile raggiunge i 22.

La maggior parte delle “gamer girl” preferisce occupare il proprio tempo giocando piuttosto che guardare qualcun altro giocare. Infatti, rispetto ai gamer maschili, le ragazze sono meno interessate a Twitch. Non si può dire lo stesso per quanto riguarda Youtube, piattaforma maggiormente utilizzata ma non limitata ai soli gameplay e videogiochi.

La fetta rosa del gaming è maggiormente interessata agli eventi e le opportunità sociali che questo settore ha da offrire.

 

 

I “Senior” Gamersdiscord

Senior ma non tanto, classifichiamo i giocatori che hanno più di 23 anni, ovvero dagli universitari specialistici ai lavoratori.

Il ~28% dei giocatori dunque è “Senior”. Qui cala l’interesse in una carriera da pro-gamer, ma quasi la metà appartiene ad una multigaming o community del settore, trovandosi però più su Discord che su TeamSpeak (contrariamente ai “non-senior”, dove TeamSpeak è nettamente favorito a Discord).
I videogiochi vengono dunque visti più come un divertimento e hobby. Perdono l’esclusiva anche su youtube: solo il 60% lo usa principalmente per attività videoludiche (a differenza del 87% dei gamer più giovani che lo usa maggiormente per gameplay e affini).

 

 

Gamers e Hardwarehardware

Per un videogiocatore è fondamentale la conoscenza aggiornata di hardware e periferiche adatte ad un gioco fluido e performante. Ciò è dimostrato dal fatto che una grossa maggioranza di videogiocatori sceglie il proprio hardware e monta autonomamente il proprio computer fisso. Non si bada nemmeno troppo a spese quando si tratta di acquistare i giusti componenti.

Dato diverso per quanto riguarda la fetta rosa: Il 40% delle ragazze si limita alla scelta dell’hardware senza metterci mano durante il montaggio, contrariamente a quanto accade per i gamer più “anziani” dove più della metà si adopera anche nell’assemblaggio.

Le personalità del settore come Youtuber e Twitcher svolgono un interessante ruolo di suggerimento nella scelta dei componenti, tuttavia i giocatori più anziani tendono ad ignorare tali fonti.

 

 

I gruppi Facebook che hanno permesso la pubblicazione del sondaggio, a cui vanno i ringraziamenti, sono:

Lega Nerd – Sezione Torino*
Rainbow Six Siege Italia
Twitch.tv Italia
CALL OF DUTY ITALIA – Fan Community
Battlefield 1 Italian Group
Arma 3 Italia
Overwatch Italia
Studenti Universitari*

Il sondaggio è stato pubblicato anche in altre pagine, tuttavia è stato censurato dalla moderazione/amministrazione, nonstante non fossero state infrante le regole del gruppo.
Il sondaggio è stato anche reso pubblico nella pagina ufficiale di RedWolves.it.
Al sondaggio hanno risposto un totale di 216 (204+12) persone.
Disclaimer: i dati sopradiscussi sono stati analizzati da utenti amatoriali senza notevoli competenze statistiche. Per visionare i dati raccolti fare riferimento a “Dati grezzi” o contattaci.
*Il sondaggio è stato espressamente richiesto soltanto a coloro che sono pratici di gaming.

 

Dati grezzi

Per ulteriori dettagli o chiarimenti, contattaci.

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.